Ciao Amici,

è arrivato il momento di trarre un bilancio dell’ultimo anno trascorso con il Cook Expert di Magimix nel cooking tour del Triveneto.

Magimix, poco più di anno fa, mi ha chiesto di testare, assieme ad altre due chef, il nuovo robot che sarebbe stato messo in commercio in Italia di lì a poco.

Ma cosa vuol dire testare un robot da cucina?

Nel nostro caso ha significato non solo provare 300 ricette nell’arco di due mesi, ma anche collaborare alla stesura del nuovo ricettario in lingua italiana e … trovare qualcuno disposto a fare da assaggiatore! Ovviamente, tra famiglia e amici, quest’ultimo ostacolo si è rivelato piuttosto semplice da superare. Anche se…testare anche piatti invernali in pieno agosto, non è stata una passeggiata. Quindi diamo credito ai nostri valenti aiutanti!

Detto questo, la scoperta di tutte le caratteristiche tecniche di questo prodotto è stata quasi una rivelazione.

All’inizio non sapevo cosa aspettarmi, avendo paura di essere obbligato a seguire pedissequamente le ricette senza poter usare estro e fantasia. Quello che mi si è parato davanti, invece, è stato un robot dotato di piastra ad induzione, vasca con doppia lastra in acciaio, alta precisione della temperatura, funzioni robot con 3 vasche in policarbonato (BPA free), software sofisticato ma intuitivo con ben 12 programmi di lavorazione, lame di qualità ineccepibile come da tradizione Magimix, di quelle che non ossidano il prodotto e con affilatura perpetua.

E’ stato l’insieme di hardware e software che ha dissipato l’ombra del dubbio iniziale. L’aspetto innovativo ed entusiasmante è che questo prodotto si adatta benissimo a chi non sa cucinare come a chi è invece esperto ai fornelli. In entrambi i casi, costituisce un aiuto fondamentale.

Per capirci: si può seguire la ricetta descritta per filo e per segno nel libro in dotazione, inserire gli ingredienti, schiacciare un tasto, andare a farsi un giro e poi tornare a cose fatte, oppure inventare qualcosa di assolutamente nuovo e avere il programma giusto (esperto) per realizzare al meglio il piatto.

Dopo pochi istanti, quindi, è scattata la magia. L’obiettivo successivo, quindi, era di trasmettere il mio entusiasmo nelle varie tappe che mi avrebbero portato nei negozi di Veneto, Trentino e Friuli.

I punti vendita pilota che hanno aderito per primi all’idea del Cook Expert hanno condiviso immediatamente il mio spirito, presentando la filosofia di Magimix ai propri Clienti nel modo migliore possibile.

Il successo di Magimix e del Cook Expert è quindi il risultato di un lavoro di squadra che parte da Parigi e si dirama sul territorio italiano attraverso la rete di distribuzione, noi cuochi e i negozi (gli Ambasciatori). Ma non è tutto: in quest’anno pazzo, ho conosciuto realtà che non mi sarei mai immaginato. Sono infatti nati gruppi nei vari social network dedicati al Cook: i membri sono persone molto attente alla qualità, precise, puntuali e desiderose di portare a casa una cucina innovativa ed etica. Ed il modo migliore per realizzare una cucina di questo tipo è proprio quello di partire da strumenti che “li compri una volta e ti durano tutta la vita”. Il cook expert e i prodotti Magimix sono esattamente così, garantiti trent’anni e con software 2.0, in linea con la politica ambientale dell’azienda.
Anche se un anno è già passato, siamo solo all’inizio, e si apre una nuova stagione di incontri all’insegna dell’uso della tecnologia Magimix. Le tappe copriranno tutti i negozi del Triveneto, con un nuovissimo menù dedicato sia ai nuovi Clienti, sia a chi ci segue e ha già il Cook Expert nella propria cucina.

E ora un doveroso ringraziamento a tutti coloro che hanno collaborato alla creazione di un prodotto di successo, ai negozi che ci hanno ospitati, a quelli che ci ospiteranno e a tutti i Clienti che ogni giorno ci seguono e inseriscono le proprie ricette nel sito, collaborando allo sviluppo della nuova app “Magimix Cook Expert”.