Cari Amici,

il Natale, anche per quest’anno, è quasi alle porte.

Vi voglio quindi presentare una ricetta – a mio dire – perfetta per il periodo natalizio: il panettone gastronomico!

Preparate questi ingredienti:
-500 gr di farina manitoba
-1 cucchiaino raso di sale
-1 cucchiaino di zucchero
-50 gr di burro sciolto
-1 uovo
-250 ml di latte
-15 grammi di lievito madre disidratato
-tutto ciò che sognate per la farcia!

Ed ora…all’opera!

Mettete nell’impastatrice la farina, il sale, lo zucchero, il burro ammorbidito e l’uovo. Sciogliete il lievito nel latte tiepido, e versatelo a sua volta nell’impastatrice. Ovviamente, per chi non ha il robot o la planetaria, l’impasto può essere fatto a mano: è un impasto morbido, e si lavora quindi facilmente.

Quando tutto è pronto, fate lievitare il composto finché il volume non raddoppia. Ci vorrà circa 1 ora e mezza o due.
Dopo la lievitazione, impastate nuovamente il composto e ponetelo in uno stampo da panettone rivestito di carta forno.

Consiglio fai-da-te-per-gli-amici-dell’ambiente-e-del-riciclo: se riuscite a reperirlo, un ottimo stampo è costituito dal barattolo vuoto dei pelati o della passata in formato industriale. Per capirci, è quello che usano i ristoranti.

Procedete poi con la seconda lievitazione, che durerà sempre un’ora e mezza o due.

Se non avete a disposizione molto tempo – che si sa, durante le feste è più che prezioso, potete saltare la seconda lievitazione. Il risultato è quasi uguale, ma un pò meno soffice.

Infornate quindi l’impasto nel ripiano più basso del forno statico (quindi non ventilato) preriscaldato a 175° per circa 45 minuti. Questi sono dati indicativi, tarati sul mio forno.

Ultimata la cottura, aspettate che il panettone sia ben freddo (DUH!) e procedete al taglio partendo dal fondo del panettone. La prima fetta servirà da base, quindi tagliatela di circa un centimetro, e proseguite poi con il taglio delle altre fette. Escluso il fondo ed il colmo, dovete ottenere un numero pari di fette.
Appoggiate quindi la base e la prima fetta sul piatto di portata e procedete alla prima farcitura seguendo i vostri gusti; poggiate sopra altre due fette e procedete alla seconda farcitura e via via fino al termine degli strati. Completate infine il panettone con il colmo.

Con un coltello seghettato tagliate il panettone verticalmente per ottenere quattro spicchi.

Per quanto riguarda la farcia, lascio le varie possibilità alla vostra fantasia, ma vi posso consigliare di utilizzare sia prodotti ittici che prodotti di terra. Ad esempio, per alcuni miei clienti, non può mai mancare il ripiano a base di mayo (per la ricetta vedete qui), soppressa, radicchio di Treviso e noci. Altri, invece, non transigono sul ripieno di salmone affumicato, crema di burro salata, misticanza e scorzette di limone. Insomma, spazio alla fantasia!

Se confezionate la vostra piccola meraviglia a più piani con una busta trasparente per alimenti e un bel fiocco…voilà, avete tra le mani il cadeau perfetto per la cena di Natale con i vostri cari.